Incipit

ALA-snoopy-author-debut.jpg

L’ultima volta che ho aperto un blog era il 2004.
Quel blog si chiamava (e si chiama ancora, anche se è passato da Splinder buonanima a WordPress) Buoni Presagi e nel corso della sua esistenza ha visto succedere diverse cose buffe. Probabilmente la più buffa di tutte è stata quando Wu Ming 1 ne ha citato un post in un saggio contenuto in New Italian Epic, pubblicato da Einaudi, perché mai mi sarei aspettato di finire citato in una discussione sulla letteratura italiana contemporanea.
A un certo punto, è successo anche che mi sono messo a pubblicare ebook sul Kindle Store. Ora: Buoni Presagi è un blog vecchia maniera, un fossile di un paio di stagioni fa della Rete, un minestrone personale di opinioni, recensioni, link, cose che mi sono successe, privo di una fisionomia vera e propria. È una sorta di memoria supplementare che mi aiuta a ricordare le cose che pensavo, che mi interessavano o che mi succedevano. In mezzo a quel caos, i post sugli ebook o sulla scrittura finiscono un po’ sacrificati. O sperduti.
Ora: per uno che pubblica ebook in proprio il blog, dicono gli esperti, è uno strumento fondamentale di promozione. Non che pensi di diventare ricco con quello che scrivo (e nemmeno di pagarmi chissà quale sfizio: con i ricavi di metà 2014 e tutto 2015 ci pago le bollette della luce di un anno, più o meno; e sono uno che sta attentissimo a risparmiare elettricità); però non c’è nulla di più triste di scrivere delle cose e vederle restare lì non lette.
Quindi, per farla breve. ho deciso di aprirmi il blog “da scrittore”, sperando che pure lui non rimanga lì non letto. E questo blog “da scrittore”, che volevo chiamare Paperback Writer ma era già preso, si chiama Dorso di carta.
Cosa ci troverete dentro?
Bella domanda.
L’idea è quella di avere uno spazio dove parlare di quello che scrivo, di come lo scrivo e di che rapporti ha con le cose che mi interessano. Non ho particolarità verità da rivelare al mondo, un po’ perché sono più o meno l’ultimo arrivato un po’ perché se sapessi il segreto per scrivere dei libri perfetti non lo rivelerei certo su un blog. Segreto che, tra l’altro, non esiste (è l’unica verità che credo si possa affermare senza timore di smentite).
Così su Dorso di carta ci saranno post che parlano di scrittura, di altri libri interessanti e, spero mi verrà concesso, di quello che scrivo.
Non mi azzardo nemmeno a ipotizzare una programmazione settimanale o cose del genere: so già che deraglierei alla prima settimana. Anche perché sarà già molto se riuscirò a fare un post alla settimana.
Però ci si prova, ecco.
Spero che ci divertiremo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...